ThinkSystem e la piattaforma scalabile Intel Xeon

Tikiri Wanduragala

22/08/2017

Quando si tratta di garantire una potenza di calcolo dei data center nettamente superiore rispetto alla concorrenza, adattare i nuovi processori alle architetture server esistenti e obsolete non è una strategia vincente. Le prestazioni che è possibile ottenere dai sistemi legacy sono decisamente limitate. Tuttavia, dato l’aumento dei carichi di lavoro futuri, gli aggiornamenti dei data center richiedono funzionalità server sicure con investimenti di capitale accessibili.

Lenovo ha progettato i suoi server ThinkSystem per sfruttare al meglio la nuovissima famiglia di processori scalabili Intel Xeon, pensata per i data center. Presentata a livello mondiale lo scorso 11 luglio a un pubblico composto da analisti, clienti e partner, questa gamma di processori offre un’architettura singola per sistemi da 2 a 8 socket, aumenta la frequenza e il numero di core e, inoltre, potenzia la memoria e le prestazioni I/O.

Lenovo ha utilizzato la piattaforma scalabile Intel Xeon in una serie di nuovi prodotti server della gamma ThinkSystem, a completamento delle soluzioni di storage e di rete già annunciate. Questi sistemi, che spaziano dai server tower di base a 2 socket alle potenti configurazioni a 8 socket, sono progettati per le applicazioni più complesse, come le farm di virtualizzazione su vasta scala e i sistemi di database in-memory. È evidente che Lenovo ha introdotto la più ampia gamma di prodotti rispetto a qualsiasi altro fornitore presente al lancio di Intel, senza tralasciare alcun fattore di forma (tower, blade, rack, dense e mission-critical), mentre la concorrenza ha annunciato aggiornamenti dei sistemi legacy.

Benchmark da record

Questo mese di luglio verrà ricordato anche per l’annuncio di 42 benchmark da record a livello mondiale che caratterizzano i nuovi server ThinkSystem. L’impresa è stata possibile grazie alla stretta collaborazione durata tre anni tra Lenovo e Intel, con l’obiettivo di garantire la possibilità di sfruttare appieno tutte le caratteristiche e funzionalità offerte dai nuovi processori.

“Avere un partner così innovativo e tecnologicamente all’avanguardia come Lenovo, la cui attenzione si rivolge a un approccio a livello di sistema, ovvero alla progettazione olistica, è davvero formidabile”, ha dichiarato Lisa Spelman, vicepresidente e direttore generale di Intel Xeon Products and Data Center Marketing. “Lenovo effettua preconfigurazioni, test e convalide per ottenere la soluzione ottimale. È in grado di offrire ai clienti finali altissimi livelli di affidabilità e la possibilità di passare a distribuzione e produzione più rapidamente”, ha aggiunto.

Oggi progettare un server in grado di garantire livelli di eccellenza a un benchmark specifico è prassi comune nel settore. Ciò che distingue le soluzioni ThinkSystem e le rende eccezionali sono le straordinarie prestazioni nell’intero spettro di benchmark, dall’elaborazione delle transazioni online (OLTP) al supporto dei processi decisionali fino all’analisi e alla virtualizzazione a elevata velocità. Inoltre, i server ThinkSystem si distinguono sul mercato in termini di prestazioni impareggiabili e di rapporto prezzo/prestazioni. Quando abbiamo progettato ThinkSystem, l’obiettivo era quello di ottenere prestazioni realistiche a prezzi competitivi e non prestazioni alla portata di pochi.

I data center a prova di futuro dovranno essere in grado di gestire i carichi di lavoro esistenti così come quelli più impegnativi di analytics, Big Data, cloud ibrido e applicazioni di intelligenza artificiale. I nostri 42 benchmark da record dimostrano in maniera definitiva che ThinkSystem offre una piattaforma eccellente per le soluzioni di data center di prossima generazione.

Semplificazione dei data center

La complessità dell’infrastruttura aumenta i costi operativi, riduce l’agilità e impedisce alla struttura di supportare i carichi di lavoro emergenti. La virtualizzazione e le altre tecnologie possono aiutare ad alleviare i problemi, ma non permettono di eliminare totalmente i costi per la gestione dei dispositivi hardware principali e dei driver software a essi associati. Con ThinkSystem, Lenovo ha risolto questo dilemma grazie all’introduzione di driver e componenti modulari di hardware comuni nella sua gamma completa di server, dal tower di base ai potenti nodi mission-critical da 8 socket.

Utilizzando questo approccio basato sui componenti modulari, abbiamo ottimizzato l’intera supply chain, dalla produzione alla distribuzione dei data center. I vantaggi per i clienti sono sostanziali dato il minor numero di parti hardware (e driver software associati) da gestire e la conseguente riduzione dei costi operativi da sostenere per l’aggiornamento di sistemi e driver.

Nuova era, nuovo approccio

Il solo risultato dei 42 benchmark potrebbe essere sufficientemente convincente per l’introduzione di una qualsiasi gamma di server, ma le soluzioni ThinkSystem si pongono a un livello decisamente più alto. È la combinazione di benchmark straordinari, vantaggi dei componenti modulari comuni, comprovata affidabilità e soddisfazione dell’utente finale (in base ai risultati dell’ITIC 2017 Global Reliability Survey) che rende ThinkSystem una piattaforma impareggiabile per la prossima generazione di data center pensati per il futuro. Se preferisci toccare con mano i nuovi sistemi, Lenovo presenterà ThinkSystem e dimostrerà nuovamente come questa gamma sia in grado di semplificare il passaggio ai data center software-defined in occasione degli eventi VMworld di Las Vegas e Barcellona che si terranno nei prossimi mesi del 2017. Registrati a pagamento e scopri come trarre vantaggio dalla nuova piattaforma Lenovo.

Grazie a questi e altri eventi previsti nei prossimi mesi, ho la certezza che il 2017 segnerà la svolta nell’evoluzione di server e data center. Nel 2001, System x di Lenovo, predecessore di ThinkSystem, è stato lanciato per superare le sfide della tecnologia di virtualizzazione del futuro (dell’epoca). Oggi quel concetto all’avanguardia domina il mercato dell’x86. Circa 16 anni più tardi, portiamo sul mercato ThinkSystem con l’obiettivo di fornire una piattaforma per segnare il prossimo grande passo nella storia della virtualizzazione: il passaggio a un data center totalmente software-defined.

 
 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...

L’ufficio del 2020

Cosa devono sapere le organizzazioni del 21° secolo